Rendimento e Tassazione - Investimenti online- Prestiamoci

Qual è il rendimento atteso?

 

I prestiti ammessi al marketplace, appartengono a diverse classi. Ad ogni classe viene attributo un specifico TAN. I Richiedenti più meritevoli avranno un TAN più basso associato ad un rischio di insolvenza più basso.
I prestatori che investono le proprie quote di capitale nei prestiti, otterranno un rendimento atteso per ogni singolo prestito che è dato dal TAN della classe di appartenenza, meno il tasso di perdita attesa.

I Prestatori investono singole quote del loro capitale nei Prestiti presenti nel marketplace e compongono quindi il loro portafoglio con i diversi tassi di interesse che rappresentano le classi di rischio dei Richiedenti.

L'attuale composizione del Portafoglio di Prestiamoci prevede rendimenti attesi dal 3,62% al 6,60% come riportato dalla tabella qui sopra.


Quanto costa investire con Prestiamoci?


 
 
Iscrizione alla Community Gratis
Apertura del Conto Gratis
Bonifici dal Conto Gratis
Commissione di Prestiamoci 1% del Capitale prestato
Spese di bollo 0,2% dell'ammontare del Capitale
non investito in prestiti

Tassazione del Rendimento atteso

 

I rendimenti ottenuti tramite la piattaforma Prestiamoci, vanno dichiarati. Prestiamoci renderà disponibile la certificazione degli interessi incassati nel corso dell’anno che dovranno essere dichiarati dai Prestatori nella dichiarazione dei redditi (mod. 730 Quadro D "Altri redditi", D2, tipo '1'; Unico Quadro RL "Altri redditi", RL2, tipo '1’). Gli interessi incassati saranno quindi tassati ad aliquota marginale in base allo scaglione Irpef del Prestatore.

Conviene davvero investire prestando con Prestiamoci?
Abbiamo messo a confronto alcuni strumenti finanziari per calcolare il rendimento netto annuale con un capitale investito di 5.000€. Per calcolare gli interessi netti offerti da Prestiamoci abbiamo inserito un portafoglio molto prudenziale considerando solo prestiti in Classe A.

 


Prestiamoci consente anche al Prestatore con aliquota marginale IRPEF più alta, di ottenere rendimenti netti vantaggiosi.
Inoltre, grazie all’incasso mensile delle rate pagate dai Richiedenti finanziati, il Prestatore ottiene già dal primo mese un ritorno di quote capitale ed interessi.




Hai bisogno di aiuto?