Domande su Prestiamoci

Tutte le risposte alle tue domande

Perché usare Prestiamoci invece di una Banca?

Prestiamoci si pone l’obiettivo di promuovere il più possibile lo scambio di denaro tra privati, senza l’intermediazione di banche o altri istituti di credito. Questa caratteristica consente a Prestiamoci di distribuire ai Prestatori ed ai Richiedenti il guadagno che spetterebbe alla Banca. In questo modo i Prestatori possono ottenere un guadagno maggiore con tassi di interesse più elevati, mentre i Richiedenti possono accedere ad un finanziamento con costi inferiori. I costi di gestione vengono ridotti al minimo grazie all’operatività online e alla disintermediazione della banca, che viene quindi ricondotta al ruolo originario di cassaforte.

Chi è PRESTIAMOCI S.p.A.?

PRESTIAMOCI SpA - con sede legale in Foro Buonaparte 12, 20121 Milano (MI) - è la società finanziaria regolamentata dall’articolo 106 del Testo Unico Bancario, titolare del sito internet www.prestiamoci.it. Prestiamoci si pone l’obiettivo di promuovere il prestito tra persone all’interno di una community in cui si incontrano soggetti che presentano progetti da finanziare (Richiedenti) e soggetti che intendono investire parte delle proprie disponibilità in progetti che condividono (Prestatori).

Prestiamoci è regolamentata?

Prestiamoci è una società di diritto italiano regolamentata dalla normativa del Testo Unico Bancario (TUB), dalle disposizioni regolamentari della Banca d’Italia e dalle normative italiane e comunitarie in materia di antiriciclaggio.

Come guadagna Prestiamoci?

Prestiamoci, per i servizi offerti, richiede una commissione d’iscrizione una tantum, diversa per Prestatore e per Richiedente. La commissione pagata dal Richiedente varia dallo 0,5% al 6,5% dell’importo finanziato. Al Prestatore invece, viene applicata una commissione annuale pari all’1% del capitale investito. Infine, Prestiamoci partecipa ai progetti con una quota percependone gli interessi.

Che ruolo ha Prestiamoci nel finanziamento dei progetti?

Prestiamoci opera una selezione dei Richiedenti portando sul Marketplace solamente coloro che sono meritevoli di credito, assegnando nel modo più trasparente possibile, e sulla base delle informazioni a disposizione, il più corretto livello di rischio. In questo modo Prestatori possano operare investimenti informati e consapevoli. Nel caso di Richiedenti finanziati, Prestiamoci gestisce l’incasso delle rate e governa tutti i conti di regolamento fra Richiedenti finanziati e Prestatori. Si occupa inoltre della gestione delle attività di recupero crediti nel caso in cui un Richiedente finanziato si trovi in difficoltà. Prestiamoci mette a disposizione per tutti i Prestatori informazioni dettagliate sulla loro posizione di investimento, sul rendimento al lordo e al netto delle perdite su crediti. Prestiamoci infine partecipa al finanziamento di ogni progetto ammesso al Marketplace con una sua quota.

Qual è il rapporto tra Prestiamoci e Banca Sella?

Banca Sella è la banca d’appoggio di Prestiamoci che quindi offre servizi per l’operatività bancaria, quali l’apertura del conto deposito ed i servizi di pagamento tramite addebito diretto SEPA.

Che politiche di Privacy adotta Prestiamoci?

Prestiamoci adotta tutte le normative previste in materia di privacy dalla legge italiana. Durante il processo di compilazione del form per diventare Prestatori o Richiedenti e utilizzare i servizi di Prestiamoci, vengono esplicitate quali sono le informazioni necessarie a partecipare a Prestiamoci, come verranno trattate e quali saranno visibili da terzi. Prestiamoci è inoltre tenuta a fornire una precisa nota informativa sul trattamento dei dati personali degli utenti ai sensi dell’articolo 13 del Decreto Legislativo 196/03 (Codice Privacy).

Prestiamoci è sicura per l’operatività online?

Per Prestiamoci la sicurezza è soprattutto sicurezza informatica. L’intera architettura hardware e software, presidiata da sistemi anti intrusione e oggetto di periodiche procedure per il backup e la manutenzione, si avvale di strumenti di monitoraggio continuo e di pronto intervento atti a garantire un’elevata continuità di servizio. Il sito è conforme agli standard più avanzati di sicurezza del codice e di crittografia: ogni connessione è instaurata tramite protocollo “https”. Tutte le informazioni che transitano in rete tra il computer dell’utente ed i server di Prestiamoci, in particolare l’email e la password, sono codificate tramite meccanismi atti a garantirne integrità e riservatezza.

Che cos’è il Marketplace?

Il Marketplace è il luogo virtuale in cui avviene l’incontro tra domanda e offerta di denaro, tra Prestatori che intendono prestare il proprio denaro e Richiedenti che, a seguito del processo di selezione concluso positivamente, hanno inserito una richiesta di prestito sulla piattaforma.
Il funzionamento del Marketplace è basato su due logiche di lavoro.

La prima è l’applicazione di un algoritmo che ha l’obiettivo di ottimizzare l’abbinamento tra domanda e offerta sulla base delle preferenze dettate dal Prestatore in fase di adesione – modalità c.d. Presta Automatico. La seconda consente al Prestatore, in qualsiasi momento, di intervenire sulle Richieste di Prestito presenti, in completa autonomia – modalità c.d. Presta Manuale.

Le due logiche sono complementari tra di loro e lavorano simultaneamente con l’obiettivo di minimizzare il tempo di non utilizzo degli importi messi a disposizione del Marketplace da parte dei Prestatori, massimizzando il più alto numero possibile di abbinamenti con altrettante Richieste di Prestito esistenti sul Marketplace stesso.

E’ possibile fare una richiesta con segnalazioni in Crif?

Le segnalazioni in Crif possono condizionare negativamente o positivamente l’esito della richiesta in base alla loro natura e data di registrazione, si consiglia comunque di visitare il sito al link seguente per maggiori informazioni: http://www.crif.it/Consumatori/CRIF-per-i-Consumatori/Pages/Come-funziona-CRIF.aspx

Come si inviano i documenti in caso di pre-approvazione?

Caricandoli direttamente dal sito nella propria Area Personale (upload), oppure inviandoli via email all’indirizzo operation@prestiamoci.it o via fax al n. 01251920301.

Come mai non riesco ad inserire i miei dati?

Se i dati sono già presenti è necessario scrivere a clienti@prestiamoci.it, se invece si sta usando un mobile o un tablet per l’iscrizione, si consiglia di provare ad entrare sul nostro sito con un Pc.

Quali sono i passi successivi all’iscrizione?

Successivamente all’iscrizione al nostro sito www.prestiamoci.it si riceve una risposta automatica nella mail indicata in fase di iscrizione con una risposta di Pre-approvazione o di rifiuto. In caso di Pre-approvazione vengono chiesti tutti i documenti necessari per portare avanti l’analisi della pratica.

Quanto tempo ci vuole per la risposta ad una richiesta di prestito?

Dopo l’invio dei documenti, a seconda della cifra richiesta saranno necessarie da 24 ore a 5gg lavorativi di attesa per una risposta.

Posso chiedere un prestito con pensione di invalidità?

Per maggiori informazioni in merito si consiglia di scrivere a clienti@prestiamoci.it per ricevere tutte le informazioni necessarie.

Posso chiedere un prestito inferiore a 1500 euro?

Le nostre politiche interne non prevedono richieste inferiori a 1500 euro.

Posso chiedere un prestito se non ho un contratto di lavoro?

Le nostre politiche non prevedono finanziamenti senza un reddito dimostrabile.

Posso chiedere un prestito con un contratto a tempo determinato o stagionale?

E’ possibile avere un prestito in presenza di contratto a tempo determinato solo se la scadenza del contratto è successiva all’ipotetica estinzione del prestito (Esempio: è possibile richiedere un prestito a 24 mesi, in presenza dii contratto a 36 mesi).

Posso chiedere un prestito se sono lavoratore autonomo?

E’ necessario avere almeno le ultime due dichiarazioni dei redditi

Posso chiedere un prestito se ho la cittadinanza straniera?

Le nostre politiche interne ancora non lo prevedono

Posso chiedere un prestito se non ho la residenza in Italia?

Le nostre politiche interne ancora non lo prevedono.

Posso chiedere un prestito se ho un conto corrente in una Banca Straniera?

Le nostre politiche interne ancora non lo prevedono.

Cosa fare se non si riesce ad entrare con le proprie credenziali?

In caso di dati già presenti è necessario scrivere a clienti@prestiamoci.it per poter accedere con nuove credenziali (username e password)

Posso iscrivermi dando i miei dati al telefono?

L’iscrizione è possibile solo accedendo al nostro sito www.prestiamoci.it

Quali sono i requisiti per accedere al prestito?

Puoi accedere al credito se sei una persona fisica, anche titolare di partita Iva. Devi avere un’età compresa tra i 18 anni e i 75 anni e devi essere cittadino italiano. Se lavoratore dipendente, devi avere un'anzianità minima di 6 mesi (presso lo stesso datore di lavoro); se lavoratore autonomo, devi svolgere la stessa attività da almeno 24 mesi. Devi essere titolare di un conto corrente bancario aperto da più di sei mesi e non devi avere protesti e/o pregiudizievoli. Inoltre, durante la fase di analisi della tua richiesta di finanziamento, vengono presi in esame requisiti come la sostenibilità della rata, la bontà del progetto e il merito di credito.

Qual è l’importo massimo e quello minimo che posso richiedere?

Puoi richiedere una cifra che varia da un minimo di 1.500 Euro ad un massimo di 25.000 Euro.

Quali sono i piani di rimborso previsti?

Un prestito può essere rimborsato in 12, 24, 36, 48, 60 o 72 mesi.

Quanto costa richiedere un Prestito con Prestiamoci?

Il costo totale del prestito è rappresentato dal TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che include il TAN (Tasso Annuo Nominale) e tutte le spese che incidono sul costo di finanziamento. Nel TAEG di Prestiamoci sono già inclusi - conformemente a quanto indicato dalla Banca d’Italia - la commissione di Prestiamoci (dallo 0,5% al 6,5% dell'importo finanziato), le spese bancarie di incasso rata SEPA (1,20 euro per ogni rata) e l’imposta di bollo pari a 16 euro.

Da che cosa dipende il tasso di interesse che Prestiamoci mi propone?

Il tasso di interesse proposto è quello che meglio rappresenta il profilo di rischio del Richiedente e che garantisce ai Prestatori una remunerazione al netto del rischio in linea con le aspettative. Tassi di interesse più bassi sono assegnati a Richiedenti meno rischiosi, per i quali si prevede un rimborso senza ritardi o difficoltà – al contrario, tassi di interesse più elevati sono attribuiti a Richiedenti per i quali ci sono probabilità più alte di ritardi di pagamento o insolvenze.

E’ necessario avere una busta paga per accedere al finanziamento?

E’ necessario avere un reddito costante e affidabile, che può derivare da una busta paga per i lavoratori dipendenti, da un’attività di lavoro autonomo, o dalla pensione. Se mancano questi requisiti Prestiamoci non sarà in grado di portare il Richiedente sul Marketplace all’attenzione dei Prestatori.

E’ necessario avere una storia creditizia per accedere al finanziamento?

È preferibile avere una storia creditizia per poter valutare correttamente il profilo di rischio del Richiedente. Richiedenti che si sono comportati correttamente in passato riceveranno buone valutazioni creditizie e quindi tassi di interesse più bassi. In assenza di una storia creditizia la pratica verrà comunque valutata ma con minori possibilità di ricevere buone valutazioni e quindi tassi di interesse più bassi.

Che cos'è il credit scoring?

Il credit scoring è un sistema utilizzato dalle banche, dagli istituti di credito e, in generale, dalle società finanziarie per valutare in maniera rapida e sicura la solvibilità di un cliente, ovvero la sua capacità di rimborsare il prestito. Per conoscere il credit scoring dei suoi Richiedenti, Prestiamoci si avvale dell’aiuto di Experian e del credit bureau di CRIF, agenzie specializzate nel valutare l’affidabilità creditizia delle persone che richiedono denaro.

Cosa succede se non riesco a pagare una rata?

Non pagare una rata è scorretto e irresponsabile nei confronti di tutti coloro che hanno creduto nel tuo progetto. L’intero modello di Prestiamoci si basa sulla fiducia che i Prestatori ripongono nei Richiedenti. Se non riesci a pagare una rata devi informare tempestivamente Prestiamoci scrivendo a info@prestiamoci.it. Il mancato addebito diretto SEPA di una rata, causato da insufficienza fondi o da motivazioni tecniche, dovrà essere regolarizzato mediante bonifico bancario secondo le coordinate che saranno comunicate mezzo mail da Prestiamoci. A fronte del mancato pagamento della rata, Prestiamoci incaricherà una società di recupero crediti per stabilire come ripristinare il corretto pagamento del piano di ammortamento. Ti ricordiamo inoltre che il non pagamento di una o più rate, verrà comunicato ai Credit Bureau utilizzati da Prestiamoci con la conseguenza che potresti non avere più accesso ad alcun credito da parte del sistema finanziario italiano.

Posso estinguere il prestito in anticipo?

Certamente, potrai decidere in qualsiasi momento di estinguere anticipatamente il prestito, senza nessuna penale a tuo carico.

Posso richiedere più prestiti contemporaneamente?

No, si può avere unicamente una posizione aperta con Prestiamoci. Per cui, nel caso in cui tu abbia già un prestito con Prestiamoci, dovrai prima estinguerlo per poterne richiedere uno nuovo.

Quanto tempo un progetto rimane sul Marketplace?

Il tempo di permanenza di un progetto sul Marketplace di Prestiamoci dipende dal mercato in cui è inserito; al termine del limite di permanenza, se il progetto non ha ottenuto una copertura del 100% sarà annullato.

Quante volte si può presentare una richiesta di prestito?

Si possono presentare al massimo due richieste di prestito. Nel caso la prima richiesta non venga ammessa al Marketplace di Prestiamoci, dovrai aspettare sei mesi prima di poterne presentare una seconda.

Cos’è il Mercato Secondario dei Prestiti?

Il Mercato Secondario dei Prestiti è un servizio che permette ai Prestatori di PRESTIAMOCI sia di acquistare Quote di Prestiti di altri Prestatori, sia di cedere ad altri Prestatori Quote di Prestiti prima della loro scadenza naturale.
Sono previste due modalità di funzionamento: 1) la modalità c.d. in Automatico – che opera con un algoritmo automatico di allocazione esclusivamente per l’acquisto di Quote in vendita e ha l’obiettivo di ottimizzare l’abbinamento tra domanda-offerta dei Prestiti; 2) la modalità c.d. in Manuale – che consente al Prestatore, in qualsiasi momento ed in completa autonomia, di procedere sia all’acquisto di Quote in vendita, che alla cessione di proprie Quote di Prestito.

Cosa vuol dire investire con Prestiamoci?

L'investimento con Prestiamoci è una forma innovativa di impiego del tuo denaro perché presti denaro direttamente a persone come te, con la sicurezza di un intermediario finanziario certificato ma senza i costi tipici di una Banca. Questo ti permette di ottenere rendimenti molto vantaggiosi e di poter controllare su quali progetti stai investendo il tuo capitale. Ogni mese i Richiedenti che hai finanziato pagheranno le loro rate, rimborsandoti la quota investita maggiorata degli interessi maturati.

Chi sono i Prestatori di Prestiamoci?

Sono tutti coloro di età superiore ai 18 anni, titolari di un conto corrente bancario o postale e residenti in Italia.

Ci sono degli importi minimi o massimi per investire con Prestiamoci?

Puoi investire un minimo di 1.500 euro. Per poter effettuare l’investimento, verrà aperto un conto deposito presso la Banca partner di Prestiamoci.

Quando incasserò gli interessi maturati?

Gli interessi ti saranno pagati mensilmente a partire dal mese successivo all’erogazione del prestito dei progetti che avrai finanziato. I Richiedenti che avrai finanziato, mensilmente, rimborseranno le rate comprensive di quota capitale e degli interessi maturati. 

Come vengono tassati i miei guadagni?

Agata SpA non agisce come sostituto di imposta, i redditi per gli interessi guadagnati nel corso dell'anno devono essere inseriti nella dichiarazione dei redditi nella sezione "Redditi da Capitale" e saranno tassati in base all'aliquota del proprio scaglione Irpef. La principale conseguenza di ciò è la tassazione proporzionale e progressiva di questi redditi che vengono cumulati agli altri percepiti da ciascun Prestatore. A questo link puoi trovare lo "speciale" che pubblichiamo ogni anno per la dichiarazione (modd. Unico e 730).

Quanto costa aprire un conto deposito?

Il conto deposito aperto presso la Banca partner di Prestiamoci non ha spese di apertura, gestione o chiusura e prevede un costo di 0,83 euro per ogni invio di documentazione cartacea al tuo domicilio (in media non vengono effettuati più di 2 invii all’anno). In base alla nuova normativa fiscale (Legge di Stabilità n. 147 del 27/12/2013) i conti deposito sono stati equiparati ai prodotti finanziari e sono quindi soggetti ad un’imposta di bollo percentuale dello 0,20% sull’importo certificato dal rendiconto durante l'anno. 

Gli interessi sono netti o sono lordi?

Gli interessi guadagnati nel corso dell’anno sono lordi. Dovrai quindi inserirli nella dichiarazione dei redditi (modello unico o 730) nella sezione “Redditi di capitale” e saranno tassati in base all’aliquota del tuo scaglione IRPEF.

Cosa fa Prestiamoci per aiutare i Prestatori ad ottenere buoni rendimenti?

Prestiamoci fornisce molti strumenti per consentire investimenti consapevoli, informati e permettere di ottenere buoni rendimenti. Prestiamoci anzitutto effettua una valutazione del profilo di rischio ed assegna un tasso di interesse adeguato ad ogni Richiedente. In occasione dell’investimento, la suddivisione in quote di piccolo importo fra un elevato numero di prestiti è un altro meccanismo che minimizza il rischio per il Prestatore: in questo modo anche nel caso di insolvenza la perdita rimane trascurabile. Infine, Prestiamoci gestisce e coordina le attività di recupero delle rate insolute per ottenere sempre il massimo rendimento per il Prestatore.

Il capitale non ancora investito, matura degli interessi?

Il conto deposito aperto presso la banca depositaria di Prestiamoci, Banca Sella, non matura gli interessi.

Con Prestiamoci è possibile disinvestire il mio capitale?

Potrai disinvestire la liquidità rimborsata dai Richiedenti, accedendo alla tua area personale e cliccando sulla voce di menu ‘Disinvesti’. Potrai disporre di rientrare in possesso di tutto o parte del tuo saldo disponibile. Tale operazione comporta la prenotazione di un bonifico verso il conto corrente da cui hai effettuato il primo bonifico. L'effettivo accredito avviene di norma tra i 2 e i 5 giorni lavorativi, a seconda di condizioni e tempi di transizione interbancari.
Per quanto riguarda invece il capitale ancora impegnato in Prestiti attivi, non sarà possibile disinvestire tali quote fino al momento in cui le rate verranno effettivamente rimborsate.

Cos’è il Tasso Medio?

Il tasso medio corrisponde al TAN, al netto delle perdite attese, ponderato per l'erogato effettivo in ciascuna Classe di rischio negli ultimi 12 mesi.

Cos è il Tasso di Perdita attesa?

Il Tasso di Perdita Attesa è la percentuale di perdita annualizzata che ci si aspetta dalla composizione delle varie Classi scelta dal Prestatore. Va letto in stretta relazione con il Rendimento Atteso perché lo riduce. Il Tasso di Perdita Attesa aumenta man mano che ci si sposta dalla Classe A (la meno rischiosa) alla Classe G (la più rischiosa).

Che cos’è la modalità di investimento in automatico?

Con la modalità Presta Automatico, il Prestatore, nel momento in cui viene resa attiva la sua posizione sulla piattaforma di Prestiamoci, può decidere la propria strategia di prestito scegliendo uno dei tre Profili che Prestiamoci propone: il Profilo BASE, il Profilo MEDIO e il Profilo ALTO.

Le loro caratteristiche aggiornate sono indicate al seguente link: http://www.prestiamoci.it/modalità-di-investimento.
Al momento dell’iscrizione, la modalità di utilizzo della somma messa a disposizione è attivata (“ON”) su Presta Automatico e la strategia di prestito applicabile è impostata su Profilo MEDIO.

Come faccio a modificare i miei dati personali?

Una volta compilata la scheda anagrafica e aver confermato il riepilogo, per qualsiasi modifica scrivi a info@prestiamoci.it  inserendo quali dati vuoi correggere.

Ho dimenticato la password: cosa faccio?

Clicca sul link AREA CLIENTI in alto sulla homepage e poi sulla voce “Hai dimenticato la password?”. Inserisci la tua mail: riceverai le istruzioni per il ripristino tramite cui accedere ad una pagina a te riservata, valida per 24 ore e utilizzabile una sola volta, dove potrai impostare in tutta sicurezza una nuova password.

Dove trovo la documentazione da visionare/scaricare?

La documentazione contrattuale è sempre disponibile alla voce “Contratto”, l’ultima voce del menù nella tua Area Personale. In quella pagina, è possibile scaricarla e visionarla.

Come faccio a verificare lo stato del mio progetto o investimento?

Se sei un Richiedente, nella tua area personale potrai verificare la percentuale di copertura del tuo progetto o il piano di rimborso se sei stato già finanziato. Se invece sei un Prestatore, potrai trovare un riepilogo sempre aggiornato del tuo investimento, all’interno dell’area personale.

Posso essere contemporaneamente Prestatore e Richiedente?

No, una volta diventato operativo non puoi cambiare profilo fino a quando il rapporto con Prestiamoci non sarà terminato. Se invece non sei ancora operativo e vuoi modificare il tuo profilo, scrivi a operation@prestiamoci.it per ricevere le indicazioni su come procedere.

Come posso disiscrivermi?

Invia una e-mail con oggetto “Annullamento Iscrizione” all’indirizzo operation@prestiamoci.it.
Ricorda però che se sei un Richiedente con in corso un prestito o un Prestatore con in corso un investimento non potrai abbandonare la community di Prestiamoci fino alla scadenza dei pagamenti o dei rimborsi.


Hai bisogno di aiuto?